Macerata Campania, 210 anni di unione cittadina

  • Storia

Il 1° luglio rappresenta una ricorrenza storica per il popolo di Macerata Campania. Ricade, infatti, l’anniversario della costituzione del Comune unificato di Macerata, poi Macerata Campania, come unione delle antiche Università (Comuni) di Macerata, Caturano e Casalba appartenenti al Regno di Napoli.

Le tre località dell’Ager Campanus, legate nel tempo da particolari vincoli di sangue, di tradizioni e di sentimenti, per vari secoli hanno vissuto in piena e perfetta autonomia come casali della città di Capua.

L’avvenimento avvenuto nel lontano 1811, sancito dal Regio Decreto n. 922 del 4 maggio 1811 “Decreto per la nuova circoscrizione delle quattordici provincie del regno di Napoli” a firma del Re Gioacchino Murat, entrò in vigore il 1° luglio apportando significative modifiche al Circondario di Marcianise, nel quale Caturano e Casalba venivano declassati al più modesto ruolo di frazioni ed entrambe aggregate al Comune capoluogo di Macerata.

Da lì a poco negli atti ufficiali, specialmente in quelli dello stato civile, nel citare le tre unità comunali si incominciò ad aggiungere la dicitura “Comune unificato”, dicitura in voga fino all’Unità d’Italia, quando il Comune venne denominato Macerata di Marcianise e a seguire nel secondo dopoguerra nell’attuale denominazione di Macerata Campania.

Estratto del Regio Decreto n. 922 del 4 maggio 1811 del Regno di Napoli

Il lungo percorso che ha portato nei secoli alla costituzione dell’attuale cittadina casertana porta con sé un lungo bagaglio culturale, le cui radici si fondono con quelle di Capua antica, conosciuta nel mondo per le gesta di Spartaco. La stessa Macerata, che è stata parte integrante dell’antica Capua ereditando una storia di oltre 2000 anni, conserva nel suo toponimo – dal latino maceria (per maceries) nel senso di città abbattuta – gli avvenimenti che hanno portato alla distruzione dell’antica città romana a seguito delle invasioni vandaliche (V secolo d.C.).

L’importanza dell’anniversario del 1° luglio risiede proprio nella storia comunità locale, ricca di avvenimenti, consegnata nel corso dei secoli dai posteri alle nuove generazioni. E proprio alle nuove generazioni – nel suo 210° anniversario – va l’invito a proseguire questo lungo percorso di unione e fratellanza, che rende Macerata Campania una città in cui è piacevole vivere.

Bibliografia

(*) In copertina foto aerea di Macerata Campania realizzata da Giuseppe Palladino nel maggio 2020.